fotomanifestoL'Istituto Superiore di Studi Musicali "Rinaldo Franci" di Siena, Istituzione di Alta Formazione Artistica e Musicale, vanta una storia quasi bicentenaria: nato nel 1834 come Scuola di musica e solfeggio della Banda municipale, ha ottenuto nel 1985 il pareggiamento ai Conservatori di Stato e nel 1999 è entrato nel progetto di riforma dei Conservatori e Istituti Musicali Pareggiati come “Istituto Superiore di Studi Musicali”.

1834-2004: 170 anni di incessante attività didattica musicale

Quella dell’Istituto Musicale “Rinaldo Franci” di Siena è una storia quasi bicentenaria con un’evoluzione interna che l’ha portato da scuola di musica affiliata alla Banda Municipale, ad una istituzione pareggiata ai Conservatori di Stato ed oggi inserita nel progetto di riforma e di riqualificazione delle istituzioni didattiche musicali italiane previsti dalla legge 508 del 1999, come “Istituto di Alta Formazione Musicale” (art. 2 comma 2 “I Conservatori di Musica, l’Accademia nazionale di danza e gli Istituti Musicali Pareggiati sono trasformati in Istituti Superiori di studi musicali e coreutici, ai sensi del presente articolo.”)

Dalla formazione al suo riconoscimento legale. Collaborazione con l’Accademia Chigiana

L’Istituto Musicale Pareggiato “Rinaldo Franci”  nacque per delibera del Comune di Siena il 27 gennaio 1834 come “Scuola di Musica e di Solfeggio” della Banda Municipale. L’istituzione della Scuola fu proposta da Rinaldo Ticci, per cinquant’anni direttore sia della Banda che della Scuola. Nel 1840, all’insegnamento dei fiati e del solfeggio, fu aggiunto l’insegnamento del violino. Nel 1851 fu deliberato l’obbligo di tenere due volte all’anno – per Carnevale e in agosto – i saggi degli allievi, detti “esperimenti annuali”. Dal 1879 al 1895 la direzione della Scuola e della Banda passò a Pietro Formichi, maestro di cappella del Duomo e prolifico compositore (Messe, Requiem, più di cento composizioni per pianoforte, oltre alla popolare marcia del Palio).
Nel 1895 gli succede alla direzione della Banda e della Scuola il violinista Rinaldo Franci (1852-1907), concertista già famoso in Italia e all’estero e del quale in seguito la Scuola porterà il nome.
Con il nuovo secolo, la Scuola diviene il perno della vita musicale cittadina. Nel primo dopoguerra nasce la cooperazione della Scuola con l’esordiente Accademia Musicale Chigiana. Infatti una delle più importanti riforme della “Scuola Franci” nasce intorno al 1921 quando si pensò alla creazione di un Istituto Musicale per la città di Siena. Fu così che con la riforma del 1923 “oltre ai corsi di strumento ad arco e di solfeggio, vennero istituiti quelli per gli strumenti a fiato, finché poi si creò ancora quello per l’insegnamento del pianoforte. A direttore della Scuola fu nominato per incarico il Prof. Cav. Piero Baglioni titolare del Corso di Violino e Viola e la Sovrintendenza fu affidata al Conte Comm. Guido Chigi Saracini. (da articolo di A. Vigni in La Balzana anno X, luglio-agosto 1932, n. 4).
Da ricordare infatti che fu per l’iniziativa di alcuni insegnanti della Scuola Franci, che nacque allora il Quartetto Senese, protetto e tenuto in gran stima dal Conte Guido Chigi Saracini. Inoltre per le prime edizioni dei corsi di direzione d’orchestra dell’Accademia Chigiana tenuti da Alfredo Casella e da Antonio Guarnieri, l’Accademia si avvalse della collaborazione della Società Orchestrale Senese, composta prevalentemente dagli insegnanti e dagli allievi della Scuola Franci, collaborazione proficua che si protrasse sino alla fine degli anni ’30. Il Conte Guido Chigi Saracini restò Sovrintendente dell’Istituto Musicale fino alla sua morte.
Nel 1941 con Decreto del Ministero dell’Educazione Nazionale, l’Istituto fu legalmente riconosciuto con decorrenza dal 1 giugno 1940.
La collaborazione con l’Accademia Chigiana prosegue anche nel secondo dopoguerra. Negli anni ’50, per iniziativa di Vittorio Baglioni, vicepresidente dell’Accademia Chigiana e direttore dell’Istituto fin quando fu in vita, si formò all’interno dell’Istituto stesso un complesso d’archi – intitolato prima a Rinaldo Franci, poi denominato Complesso da Camera di Siena e quindi Orchestra da Camera di Siena– che fu diretto, dopo Baglioni, da Pier Narciso Masi, Riccardo Brengola, Marco Fornaciari e Fabio Pacciani.

Il pareggiamento ai conservatori. Centro di formazione permanente in discipline musicali iscritto nel progetto AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale, legge 508/1999, DM 8 gennaio 2004) del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il 31 dicembre 1985, sotto la direzione di Giuseppe Papi, l’Istituto ottenne per decreto del Presidente della Repubblica il Pareggiamento ai Conservatori di Stato e dall’anno successivo potè effettuare gli esami di stato per i propri allievi e per quelli esterni come tutti i conservatori d’Italia.
Dopo questo momento in poi, la storia dell’Istituto è andata poco a poco evolvendosi acquistando un respiro sempre più ampio: un’istituzione che guardando alla propria città, si apre e si avvale di musicisti e di docenti provenienti da ogni parte d’Italia e dal mondo (Polonia, Germania, Argentina, Inghilterra, ecc.).
Da quella data si sono formati nell’Istituto Musicale Pareggiato “Rinaldo Franci” molti giovani (quasi 400 diplomati), molti dei quali sono oggi concertisti o prime parti in importanti orchestre (Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, Orchestra dell'Opera di Montecarlo, Israel Philharmonic Orchestra, ecc.)
Nell’ambito della sua storia recente la legge 508 del 1999, con cui anche l’Istituto Musicale “Rinaldo Franci” entra nel progetto di riforma dei Conservatori e Istituti Musicali Pareggiati come “Istituto Superiore di Studi Musicali” (art. 2 comma 2 legge 508/1999) secondo le direttive del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Alta Formazione Artistica e Musicale, costituisce sicuramente un’altra tappa importante.
Dal 2001 l’Istituto si è dotato di un Coro e di un’Orchestra da camera composta dagli allievi e dai docenti. Oltre ad avere conseguito il pareggiamento delle cattedre di chitarra, viola e composizione, ha organizzato seminari e masterclass tenuti da musicisti di fama internazionale (Bruno Canino, Emilia Fadini, Andrea Lucchesini, Pietro De Maria,  Cristiano Rossi, Francesco Libetta, ecc). Nel 2004 l’Amministrazione comunale e l’Istituto Musicale Pareggiato “Rinaldo Franci” danno vita istituzionale all’ORCHESTRA  DI SIENA “RINALDO FRANCI” composta dagli allievi, dai docenti e dagli orchestrali stabili: un’orchestra per la città di Siena.
L’Istituto è stato autorizzato con appositi decreti ministeriali MIUR/AFAM ad organizzare, dal 2004, i corsi biennali sperimentali per il conseguimento del diploma accademico di secondo livello in discipline musicali e, dal 2010, i corsi triennali per il conseguimento diploma accademico di primo livello, anch’esso in discipline musicali, i più alti titoli di studio dello Stato italiano.
L’Istituto Musicale “Rinaldo Franci” non ha tuttavia mai trascurato la musica per i piccoli, l’approccio musicale nelle scuole (soprattutto elementari e medie inferiori) e le lezioni concerto dei suoi docenti.

DIRETTORI DELL'ISTITUTO 

VITTORIO BAGLIONI

ALESSANDRO TAMBURINI

PIER NARCISO MASI

SERGIO MARZI

GIUSEPPE PAPI

FABIO BOGI

MARCO GUERRINI (dal 1998 AL 2000)

DANIELE FUSI (dal 2000 al 2004)

ANTONIO ANICHINI (dal 2004 al 2013)

LUCIANO TRISTAINO (dal 2013, attualmente in carica)

Joomla Templates by Joomla51.com