Mercoledì 10 dicembre

francifestival

Rassegna di concerti di musica sinfonica e da camera.

Franco Vichi, flauto
Claudio Bonechi, pianoforte

Auditorium dell'Istituto, ore 18.00. Ingresso libero.

PROGRAMMA

 Johann Sebastian Bach Sonata in Sol minore BWV1020 per flauto e pianoforte
Allegro
Adagio
Allegro
   
Ludwig van Beethoven da “Variationen űber Volksweisen” op. 107 per pianoforte e flauto:
Schőne Minka
Volkslied aus Kleinrußland
 
Robert Schumann
(1563 – 1626)
dai “Pezzi fantastici” op.12 per pianoforte
In der Nacht

Nachtstűck op.23 n.4
   
***
   
Johan Sebastian Bach Sonata in Mi bemolle maggiore BWV1031 per flauto e pianoforte
- Allegro
- Siciliano
- Allegro
   
Claude Debussy

Syrinx per flauto

 

Notturno per pianoforte

   
Gaetano Donizetti

Sonata in Do maggiore per flauto e pianoforte
Largo

Allegro

   
   

Franco Vichi
Si è diplomato in flauto al conservatorio Luigi Cherubini di Firenze nel 1980 e ha fatto parte dell'orchestra del Maggio Musicale Fiorentino presso la quale ha suonato per dieci anni; nel frattempo ha proseguito gli studi musicali e i suoi Maestri sono stati Severino Gazzelloni, Glauco Cambursano ed Aurèle Nicolet. Ha intrapreso attività concertistica in numerose compagini da camera e sinfoniche, quali L'orchestra della Toscana, l'orchestra RAI di Torino e del teatro alla Scala di Milano.
Ha effettuato numerosi concerti con la pianista Miriam Donadoni Omodeo. Da alcuni anni suona in duo con il pianista Claudio Bonechi.

Claudio Bonechi
Senese, inizia gli studi musicali alla la Scuola di musica comunale R. Franci (ai tempi non parificata) e si diploma in pianoforte sotto la guida di Miriam Donadoni Omodeo al Conservatorio di Bologna, dove segue anche i primi due anni del Corso di Composizione. A Siena, frequenta per vari anni i corsi estivi dell’Accademia Chigiana e ha modo di entrare in contatto con grandi maestri, arricchendo così la propria formazione musicale. In seguito si perfeziona con Paolo Teodori, Sona Aardonz, Carlo Dominici (ultimo allievo di Arturo Benedetti Michelangeli).
A partire dal 1967 si avvicina alla Musica Elettronica, allora in fase "pionieristica", con il gruppo di Enore Zaffiri presso il Conservatorio di Torino, città dove si laurea in Ingegneria elettronica. Si trasferisce nel 1971 a Stoccolma presso lo Studio di Musica Elettronica della Radio Svedese, dove svolge attività di ricerca collaborando al progetto di un sintetizzatore digitale, all'avanguardia per i tempi.
Tornato in Italia, a Milano, prosegue per 4 anni il corso di Composizione al Conservatorio di Milano con Aldo Clementi e Davide Anzaghi. Entra in contatto con il costruttore di pianoforti Cesare Augusto Tallone dal quale riceve interessantissime informazioni sulle tecniche costruttive e acustiche dello strumento. Frequentandone la fabbrica per vari anni quasi giornalmente ha modo di “collaudare” una notevole quantità di pianoforti, affinando così il gusto del suono in sè. (Il patrimonio di conoscenze di Tallone confluirà alla sua morte nella attuale fabbrica Fazioli).
Vive a Roma e svolge attività concertistica sia come solista che nella musica da camera, e ottiene ovunque calorosi consensi, con un repertorio che spazia dalla musica barocca a quella contemporanea. Fin da giovane insegna privatamente pianoforte, storia della musica, solfeggio, cultura musicale generale per tutte le età.

 

Cmisericordiaoncerto a sostegno di un progetto di beneficienza in collaborazione con la “Misericordia” di Siena 

Joomla Templates by Joomla51.com