Venerdì 7 giugno 2019 - Ore 21:00
CRAL MONTEPASCHI - Via dei Termini, 31 - SIENA

manifesto isola disabitata2bis

 

 

 

 

 

 

 


Classe di Canto Laura Polverelli
Preparazione musicale Laura Pasqualetti /Ottaviano Tenerani
Pianista Simona Coco
Classe di Arte scenica Paolo Miccichè
Costumi Alberto Spiazzi

Allievi cantanti e al clavicembalo: Viola Bambini, Stefania Paddeu, Li Yufeng, Leopold Bier, Rocco Roca Rey

 

Franz Joseph Haydn (1732-1809), con questa "azione teatrale" tenta di aggiornare il proprio stile sul modello di Gluck, attraverso l'uso totalizzante del recitativo accompagnato al posto di quello secco e abbandonando così i modi dell'opera seria italiana.
Il celebre Pietro Metastasio scrive il libretto dell'opera che Haydn mette in musica nel 1779 dopo che altri compositori lo avevano utilizzato, tra cui anche l'italiano Tommaso Traetta.

Sinossi
Gli interpreti sono solo quattro e senza coro: Costanza e Silvia (soprani), Gernando (tenore), Enrico (baritono)
Durante un viaggio nelle Indie occidentali, Gernando viene rapito dai pirati, mentre la moglie Costanza e la sorellina di quest'ultima Silvia, vengono abbandonate su un'isola deserta. Gernando riesce a raggiungerle solo molti anni dopo: sbarca sull'isola insieme all'amico Enrico del quale si innamora la giovane Silvia mentre Costanza è ormai rassegnata da quello che aveva vissuto come un tradimento. Nonostante le traversie, alla fine l'amore tra le due coppie avrà la meglio.

L'ISSM "R. Franci" lo ripropone in una versione ridotta per pianoforte e clavicembalo - sfoltita nei lunghi recitativi - con i giovani interpreti del Dipartimento di Canto (Tecnica vocale e Arte scenica). L'isola sarà rappresentata da un "non spazio", determinato proprio dal pubblico che lo circonderà; in esso "giocheranno" i quattro protagonisti (del resto in tedesco e in inglese spielen e play non significano sia giocare che recitare?) e ognuno dei quali porterà in scena un oggetto che ne qualifica la condizione di partenza.
Un'occasione didattica della durata di 65 minuti ma che interesserà il pubblico degli appassionati che conoscono poco l'attività dell'Haydn operista e che potranno godere soprattutto della sua capacità di cesellatore di splendide arie.

 

Joomla Templates by Joomla51.com